Immagine Ateneo

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

 

Il Rappresentante aziendale dei Lavoratori per la Sicurezza, è la persona eletta o designata, in tutte le aziende o unità produttive, per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e sicurezza durante il lavoro.

Nelle aziende o unità produttive con più di 15 lavoratori il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è eletto o designato nell’ambito delle rappresentanze sindacali in azienda. In mancanza di tali rappresentanze, viene eletto dai lavoratori dell’azienda al loro interno.

Nelle aziende e nelle unità produttive, che occupano oltre 15 lavoratori, che non procedono alla elezione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, le relative funzioni vengono esercitate dai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali.

 

Principali attribuzioni del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Fatto salvo quanto stabilito in sede di contrattazione collettiva, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:

· Accede ai luoghi di lavoro in cui si svolgono le lavorazioni.

· È consultato preventivamente e tempestivamente in ordine alla valutazione dei rischi, alla individuazione, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione nell’azienda o unità produttiva.

· È consultato sulla designazione del medico competente, del responsabile e degli addetti: al servizio di prevenzione, all’attività di prevenzione incendi, al primo soccorso e all’evacuazione dei luoghi di lavoro.

· È consultato in merito all’organizzazione della formazione dei lavoratori.

· Riceve le informazioni e la documentazione aziendale inerente alla valutazione dei rischi e alle misure di prevenzione relative, nonché quelle inerenti alle sostanze ed ai preparati pericolosi, alle macchine, agli impianti, alla organizzazione e agli ambienti di lavoro, agli infortuni ed alle malattie professionali.

· Riceve le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza.

· Riceve una formazione adeguata.

· Promuove l’elaborazione, l’individuazione e l’attuazione delle misure di tutela dei lavoratori.

·  Partecipa alla riunione periodica di sicurezza.

· Avverte i responsabili dell’azienda dei rischi individuati nel corso della sua attività.

· Può fare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro o dai dirigenti e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonei a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro.


    Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è tenuto al rispetto delle disposizioni sulla privacy (D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196) e del segreto industriale relativamente alle informazioni contenute nel documento di valutazione dei rischi e nel documento unico di valutazione dei rischi, nonché al segreto in ordine ai processi lavorativi di cui viene a conoscenza nell’esercizio delle proprie funzioni.

 


Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza
Sig. GRIMALDI ANTONIO – CGIL (nota del 18/6/2003) – Dipartimento Asia Africa - Uff. Didattica - int.

Dott. MONDO  LUIGI – UIL (nota del 24/11/2006) – Segreteria Studenti –  int.
Geom. RUSSO ROSARIO – CISL (nota del 3/4/2007) - Ufficio Tecnico e Manutenzione – int. 2357

Condividi / Share

W3C Abilitazione Scientifica Nazionale Amministrazione Trasparente Codice Comportamento Dipendenti Pubblici Partecipa a TECO! Rete WI-FI e Servizio Proxy Posta Elettronica Certificata Albo ufficiale di Ateneo ECDL - Patente europea per il computer

ACCESSIBILITÀ | PRIVACY | NOTE LEGALI | DATI DI MONITORAGGIO | ELENCO SITI TEMATICI