Attività scientifica

Attività di ricerca del CLAOR ex CILA

Il CLAOR (ex CILA) è sempre stato molto attivo nella ricerca applicata alle lingue e all’apprendimento, con particolare riguardo per gli aspetti fonetici e per gli aspetti didattici legati alle tecnologie e all’autonomia, e ha combinato in maniera fruttuosa formazione e ricerca. Tutte le attività di formazione, rivolte a stranieri, immigrati, rifugiati, sordi italiani e stranieri, come pure a formatori di formatori, sono state sempre punto di partenza per attività di ricerca, che hanno prodotto pubblicazioni, presentazioni a convegni e organizzazione di convegni.

Tra i temi di ricerca affrontati negli anni, possono essere citati, a scopo esemplificativo:

  • la prosodia
  • il parlato disturbato
  • l’acquisizione dell’italiano L2
  • il parlato e la sordità
  • il parlato e il Parkinson
  • l’accento straniero
  • l’accento e la credibilità
  • l’accento e l’apprendimento
  • la pragmatica e la L2
  • l’autonomia e le tecnologie nell’apprendimento linguistico
  • l’e-learning e il web 2.0
  • la produzione di materiali didattici multimediali
  • il CLIL

Al CLAOR afferisce un ricercatore di tipo A (PON RICERCA E INNOVAZIONE 2014-2020 - AIM LINEA 1 1802831-1 mobilità dei ricercatori),  per il settore di 10/G1 – Glottologia e Linguistica (SSD L-LIN/02 – Didattica delle lingue moderne)

Dott. Marta Maffia Dipartimento di studi letterari, linguistici e comparati
Codice progetto
AIM 1802831-1
Nome del Beneficiario
Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”
Centro Linguistico di Ateneo Università L’Orientale (CLAOR)
Responsabile del progetto
Prof.ssa Anna De Meo
Titolo del progetto
“Analisi vocale per la diagnosi precoce del morbo di Parkinson: sviluppo e validazione di uno speech tool non invasivo”
Breve descrizione dell’obiettivo principale
Il progetto verte sulle traiettorie di sviluppo previste, relative a e-health, diagnostica avanzata, medical devices e mini invasività. Lo speech tool per la diagnosi precoce del Morbo Parkinson è basato su una piattaforma online che permette l’utilizzo anche a distanza. La diagnosi precoce è possibile grazie a una modalità innovativa di applicazione dell’analisi della voce, non invasiva, effettuata in presenza dal terapeuta o a distanza. Il sistema sfrutta la rilevanza dei sintomi acustici del MP che si manifestano quando ancora non sono evidenti i sintomi motori.

ASSE 1 – Azione 1.2 “Attrazione e Mobilità Ricercatori”