Immagine Ateneo

Discipline filologiche

Giorgio Jackson
gjackson@unior.it
(Napoli 1946). Professore Associato di Letteratura latina. Attualmente insegna Storia della lingua latina. Fa parte delle Redazioni delle Riviste "AION(fil)" (Univ. degli Studi di Napoli "L’Orientale") e "Vichiana" (Napoli, "Federico II"). Si è occupato prevalentemente di Aristotele e di Leonardo Bruni (Economico, 1982-92 e 1998), di Virgilio (1984-87), di Varrone (De re rustica 1988), di Orazio (1995-97), di Catullo (1999-2000). I suoi interessi spaziano dalla critica letteraria all’analisi specificatamente storico-linguistica di testi latini e greci. Attualmente è impegnato in due progetti di ricerca riguardanti rispettivamente gli Annales di Ennio ed il testo del V libro del De rerum natura di Lucrezio. Il commento al VI libro degli Annales è stato stampato nel 2002 (Q. Ennio, Annali (libri I-VIII), II: Commentari a c. di E. Flores, G. Jackson, D. Tomasco, Liguori, Napoli), quello al libro X è in stampa ed è atteso per gennaio 2007.


Luigi Munzi
Luigi Munzi (Roma 1949) si è laureato in Lettere classiche presso l’Università di Roma "La Sapienza". Assistente ordinario dal 1975 e Professore associato dal 1985, è oggi Professore ordinario di Letteratura Latina presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli ‘L’Orientale’, ove ha svolto anche corsi d’insegnamento di Grammatica latina e di Filologia classica. Nel 1985 è stato Assistant Professor of Classics presso la University of Kansas di Lawrence, USA.
I suoi interessi di ricerca si rivolgono in primo luogo alla critica del testo e alla storia della tradizione manoscritta, in particolare relativamente ad artes e manuali grammaticali di età tardoantica e altomedievale, di cui ha fornito alcune edizioni critiche (Il ‘De partibus orationis’ di Giuliano di Toledo, Napoli 1980; Multiplex Latinitas, Napoli 2004; Littera legitera, Napoli 2007) e a cui ha dedicato svariati interventi, curando fra l’altro lo specifico volume Problemi di edizione e di interpretazione nei testi grammaticali latini, Napoli 1994. E’ stato altresì relatore nell’ambito dei Convegni internazionali ‘Manuscripts and Tradition of Grammatical Texts from Antiquity to the Renaissance’ (XI Corse of the International School for the Study of Written Records, Erice 16-23 ottobre 1997: Atti pubblicati dall’Università di Cassino, 2000), ‘Ancient Grammar and its Posterior Tradition’, St. Petersburg, 20-23 aprile 2005, e ‘Colloque International Priscien’ , Lyon 10-14 ottobre 2006; il testo dei due ultimi interventi è ora in corso di stampa. In tale ambito, è anche coordinatore locale di un Progetto di ricerca di interesse nazionale, che ha goduto del cofinanziamento promosso dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica per i bienni 1999-2000, 2001-2002 e 2005-2006.
Numerosi contributi investono poi l’analisi storico-letteraria di testi - in particolar modo poetici - dall’età classica a quella medievale e umanistica, con un particolare interesse per fenomeni di ‘riuso’ e parodia letteraria ( si veda in proposito la cura del volume miscellaneo Forme della parodia, parodia delle forme nel mondo greco e latino, Napoli 1998), in un ampio arco temporale che parte dagli ‘inni’ giocosi di Catullo e dalle iscrizioni pompeiane (l’articolo Da Properzio a Ovidio: un itinerario letterario nel pastiche di un anonimo pompeiano analizza appunto una popolaresca contaminatio di versi properziani e ovidiani) fino a giungere al collage letterario presente nel prologo in versi delle Quaestiones in Octateuchum del carolingio Wigbodo, alla parodia biblica di un carme di Pietro di Blois, per giungere infine al protoumanista Francesco da Fiano e infine ai carmi latini inediti di Niccolò Liburnio. Anche nel già citato settore dei testi grammaticali si possono nascondere spunti di raffinata parodia, come appare nel recente contributo ‘Omnia et furibunde explicabat’: per una nuova edizione della Vita parodica del grammatico Donato.
Si è interessato altresì della secolare sopravvivenza di autori ‘esemplari’ della letteratura latina, ad esempio degli argumenta ovidiani raccolti nella Summa memorialis di Orico di Cavriana (XII sec.), testo di ragguardevole successo nelle scuole del XIII secolo; degli spunti di critica del testo virgiliano presenti negli appunti e nelle lettere dell’umanista cosentino Aulo Giano Parrasio; del singolare volgarizzamento e rimaneggiamento del Satyricon di Petronio curato nel XVII sec. dal gesuita Domenico Regi. In questo ambito ha curato fra l’altro i volumi Parrhasiana (2000), Parrhasiana II (2002) e Parrhasiana III (‘Tocchi da uomini dotti’, 2005).



Pubblicazioni (Munzi)


Riccardo Palmisciano
è nato a Roma il 1 ottobre 1966.
Si è laureato in Lettere Classiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma "La Sapienza" il 3-7-1991, con una tesi in Letteratura greca dal titolo Il lamento funebre in Grecia. Rito e codificazione letteraria, relatore il Prof. Luigi Enrico Rossi.
Ammesso a frequentare i corsi di Dottorato di Ricerca presso l’Università degli Studi di Napoli "Federico II", ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Filologia Greca e Latina in data 21-10-1996, discutendo la tesi dal titolo Il lamento funebre in Grecia e la sua codificazione letteraria, davanti alla Commissione formata dai Proff. G.Arrighetti, M.Di Marco, D.Manetti.
È risultato vincitore di cattedra per l’insegnamento nelle scuole secondarie a seguito di Concorso ordinario per esami e titoli (G.U. 13 aprile 1999) nelle seguenti classi di concorso: A052 Materie letterarie, latino e greco nei Licei (I classificato); A051 Materie letterarie e latino nei Licei (V classificato.
Nell’A.A. 2000-2001 ha tenuto il Corso di Filologia Greca, come professore a contratto, presso l’Università degli Studi della Calabria, Facoltà di Lettere.
Nell’A.A. 2002-2003, a seguito di concorso per esami e titoli, è stato assunto a tempo indeterminato presso l’Università degli Studi di Napoli "L’Orientale", in qualità di Ricercatore di Letteratura greca.
Ha collaborato, in qualità di autore di alcune sezioni (Poesia prima di Omero, Saffo, Simonide, Bacchilide) all’opera di L.E.Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca, Firenze-Le Monnier, 2002.
Ha collaborato, in qualità di autore di numerose voci all’Enciclopedia Oraziana, diretta da Sc. Mariotti.
Collabora, presso la Casa Editrice Dante Alighieri, alla revisione del Dizionario Greco-Italiano di Lorenzo Rocci.
È membro della Redazione della rivista "Seminari Romani di Cultura Greca", diretta da L. E. Rossi, R. Pretagostini, M. G. Bonanno.
È membro della redazione della rivista Annali dell’Università degli Studi di Napoli "L’Orientale" - sezione filologico-letteraria.
I suoi interessi scientifici si concentrano sulla poesia e cultura greca di età arcaica e classica, analizzata anche alla luce degli studi antropologici ed etnografici più recenti. In questo campo ha pubblicato numerosi articoli su riviste scientifiche.
Anche a seguito della sua esperienza di insegnante nella scuola secondaria è da sempre appassionato di ricerca nel campo della didattica disciplinare ed ha insegnato Lingua e cultura greca nella SSIS prima dell’Università della Calabria e poi dell’Orientale di Napoli (SICSI) fin dalla fondazione di questa istituzione. Anche nel campo della didattica delle lingue e letterature classiche ha prodotto pubblicazioni scientifiche.

Pubblicazioni (Palmisciano)


Amneris Roselli
aroselli@iuo.it 
(Marradi 1949), laureata presso la Scuola Normale Superiore e l’Università di Pisa, è professore ordinario di Filologia classica e direttore responsabile della rivista AION (filol); attualmente Direttore del Dipartimento.
Ha curato edizioni critiche di testi medici e scientifici greci (Ippocrate, Epidemie VI; Pseudo-Aristotele De spiritu, papiri di argomento medico). Al lavoro editoriale aggiunge studi sull’interpretazione dei testi medici antichi e tardoantichi e di testi filosofici, sulla storia della trasmissione dei testi nell’antichità (filologia alessandrina, filologia di Demetrio Lacone, natura e funzione dei commenti, in particolare dei commenti galenici, rielaborazione di testi classici in età tardoantica). Già responsabile nazionale e ora responsabile dell’unità di ricerca di Napoli di un progetto PRIN che ha come fine lo studio filologico dei testi medici (con le università di Siena, Pisa, Ancona e Palermo); partecipa ad un analogo gruppo di ricerca francese (UMR Médecine grecque) che è diretto da Véronique Boudon-Millot (Paris IV)


Domenico Tomasco
dtomasco@iuo.it
(Salerno 1947). Ricercatore di Filologia classica e insegna Grammatica latina.
Fa parte delle Redazioni delle Riviste "AION(filol)" (Napoli, I. U. O.) e "Vichiana" (Napoli, "Federico II"). Le sue ricerche vertono in particolare sullo studio dei rapporti tra le opere di Epicuro ed il De rerum natura di Lucrezio, nonché sulle opere filosofiche di Apuleio. Si è occupato inoltre di Euripide, di Virgilio e, piú recentemente, del proemio del libro III di Lucrezio. I suoi interessi si muovono prevalentemente nell’ambito dell’analisi filologica e storico-linguistica di testi greci e latini. Attualmente, nell’ambito di due progetti di ricerca, si sta dedicando allo studio degli Annales di Ennio (è in corso di stampa il commento al VII libro) e del III libro del De rerum natura di Lucrezio.


Roberto Velardi
rvelardi@iuo.it
Professore associato di Storia della retorica greca (L-FIL-LET/02) e insegna anche Storia della comunicazione nell’antichità (L-FIL-LET 05). La sua attività di ricerca si svolge prevalentemente nei seguenti ambiti: la retorica greca dalle origini al IV sec. a.C., con particolare attenzione per Gorgia, Aristotele e Anassimene di Lampsaco; Platone; la letteratura tecnico-retorica. Tra le sue pubblicazioni: Enthousiasmòs. Possessione rituale e teoria della comunicazione poetica in Platone, Roma 1989; Retorica Filosofia Letteratura. Saggi di storia della retorica greca su Gorgia, Platone Anassimene di Lampsaco, Napoli 2002; Platone, Fedro. Introduzione, traduzione e commento, Milano (BUR) 2006.

Condividi / Share

W3C Abilitazione Scientifica Nazionale Amministrazione Trasparente Codice Comportamento Dipendenti Pubblici Partecipa a TECO! Rete WI-FI e Servizio Proxy Posta Elettronica Certificata Albo ufficiale di Ateneo ECDL - Patente europea per il computer

ACCESSIBILITÀ | PRIVACY | NOTE LEGALI | DATI DI MONITORAGGIO | ELENCO SITI TEMATICI