Presentazione

Il Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo nasce nel 2012 dall’unione di tre dipartimenti (Studi Asiatici; Mondo Classico e Mediterraneo Antico; Studi e Ricerche su Africa e Paesi Arabi) per dar vita a un ambizioso progetto culturale: riunire in un’unica struttura di studio e ricerca diversi specialisti in una prospettiva interdisciplinare sia per metodo che per contenuti. Il DAAM è una finestra aperta su un mondo vastissimo, preserva le specificità pur senza perdere di vista la globalità dei fenomeni, e rappresenta il punto di arrivo di una lunga tradizione che a Napoli è iniziata con il Collegio dei Cinesi, fondato da Matteo Ripa e riconosciuto dal papa Clemente XII nel 1732. Prima istituzione in Europa a impartire l’insegnamento di lingue e culture dell’Asia, il Collegio dei Cinesi ha assunto nomi diversi fino a trasformarsi nell’attuale Università degli Studi di Napoli "L’Orientale".
Oggi nel DAAM si insegnano oltre venti lingue antiche e moderne con le rispettive filologie e letterature. Di estrema importanza è l’inquadramento storico, storico-artistico, archeologico, religioso e filosofico, che costituisce un complemento fondamentale allo studio delle civiltà dell’Asia, dell’Africa e del Mediterraneo. Le ricerche del Dipartimento spaziano da tematiche inerenti l’antichità fino all’età contemporanea e si esprimono tra l'altro in seminari, incontri e altre attività con la partecipazione di specialisti italiani e stranieri, a testimonianza di un particolare fervore intellettuale.