Africanistica

Il Dottorato di ricerca di Africanistica è stato attivato a partire dal secondo ciclo, nell’a.a. 1984-1985, presso l’allora omonimo Seminario di Africanistica e ora Dipartimento di Studi e Ricerche su Africa e Paesi Arabi. Alla sua guida si sono avvicendati, in qualità di Coordinatori, i Proff. Lanfranco Ricci, Paolo Marrassini, Alessandro Triulzi e, dall’a.a. 2010-2011, M. Cristina Ercolessi.
Da allora, inizialmente con la collaborazione di altri africanisti italiani (Proff. Bernardo Bernardi, Giampaolo Calchi Novati, Annamaria Gentili) e poi in modo sempre più autonomo, si è affermato negli anni come l’unica sede italiana di studi dottorali rivolta esclusivamente all’Africa riconosciuta a livello internazionale. Attualmente, il Collegio dei Docenti include anche africanisti di altri Atenei italiani (Firenze, Napoli Federico II, Roma La Sapienza, Torino, Trieste) e stranieri (Amburgo).

Il Dottorato si caratterizza per una forte impronta interdisciplinare e si articola nei seguenti percorsi curriculari:
1. Archeologia e preistoria dell’ Africa, con particolare riferimento all’area sahariana, etiopica-eritrea, e del Corno d’Africa;
2. Filologia, linguistica e letterature dell’Africa, con particolare riferimento alle aree bantu, berbera, ciadica, etiosemitica e cuscitica;
3. Storia e sistemi politici e sociali dell’Africa moderna e contemporanea, con particolare riferimento alla storia dell’Africa subsahariana, alle tematiche dello sviluppo e del rapporto Stato-società in periodo postcoloniale.

Negli ultimi anni, il Dottorato di ricerca di “Africanistica”, ha esteso le sue competenze multidisciplinari e arricchito i suoi collegamenti internazionali sia in Africa che in Europa.