Immagine Ateneo

Beni e/o oggetti non inventariabili (art. 56)

Art. 56 - Beni e/o oggetti non inventariabili

01. Non sono inventariati gli oggetti che per loro natura sono consumabili ovvero si deteriorano con l’uso, nonché quelli di modico valore. In particolare, non sono inventariabili:
a) i beni di consumo, quali ad esempio il materiale di cancelleria, la componentistica, i ricambi;
b) i beni facilmente deteriorabili o logorabili o particolarmente fragili, quali ad esempio materiali vetrosi, ceramici e lampadine;
c) le diapositive, le videocassette, i nastri, i dischi e simili ed in genere il materiale divulgativo.

02. Gli oggetti di cui al punto 1 del presente articolo devono, comunque essere trascritti in apposito registro con le debite annotazioni d’uso, destinazione ed estinzione atte ad individuarli in caso di periodiche verifiche.

03. Al fine di rendere uniformi i registri degli inventari, il disciplinare che sarà emanato dal Consiglio di Amministrazione, individuerà i beni che, ai sensi e per gli effetti di cui ai commi precedenti, non vanno inventariati e che comunque, saranno annotati in apposito registro quali beni, oggetti e/o materiali di facile consumo e deperibilità.


Ultimo aggiornamento effettuato il 06/02/2014

Condividi / Share

W3C Abilitazione Scientifica Nazionale Amministrazione Trasparente Codice Comportamento Dipendenti Pubblici Partecipa a TECO! Rete WI-FI e Servizio Proxy Posta Elettronica Certificata Albo ufficiale di Ateneo ECDL - Patente europea per il computer

ACCESSIBILITÀ | PRIVACY | NOTE LEGALI | DATI DI MONITORAGGIO | ELENCO SITI TEMATICI