Immagine Ateneo

Palazzo Corigliano

Palazzo Corigliano

 

 

Situato sul lato destro di piazza San Domenico Maggiore, una delle piazze più rappresentative del centro antico di Napoli, Palazzo Corigliano risale ai primi del XVI secolo e appartenne originariamente alla famiglia de Sangro di Vietri, un cui membro, Giovanni de Sangro dei Duchi di Vietri, nel 1506, ne affidò il disegno all’architetto Gianfrancesco Donadio, detto il Mormando. La facciata è attualmente caratterizzata da un imponente basamento in piperno e da un lungo fregio figurato, visibile fra l’ammezzato e il primo piano.
Notevolmente danneggiato dopo il terremoto del 1688, l’immobile fu infine acquistato nel 1727 da Agostino Saluzzo, Duca di Corigliano. A questi si deve la risistemazione integrale dell’edificio, realizzata dall’architetto Filippo Buonocore, con un diverso assetto strutturale e un nuovo impianto decorativo che in gran parte si può ancora ammirare. L’intero alzato del secondo piano nobile, l’attuale IV piano dove ha sede la Biblioteca "Taddei”, risale interamente a tale ristrutturazione. L’interno presenta alcuni ambienti di gusto rococò. La Galleria Grande è decorata con dipinti sia nella volta che alle pareti, risalenti alla seconda metà del XVIII secolo. Un piccolo locale, il Cabinet, che fungeva da studiolo, ha la particolarità di essere totalmente ricoperto da un rivestimento di specchi, realizzato nel 1732 da Filippo Buonocore. Il gabinetto è completato da una ricca decorazione plastica, che si deve a Bartolomeo Granucci. Un palese intento celebrativo ispirò la decorazione sia della Galleria grande che del Cabinet qui collocati. Il primo ambiente, di spettacolari proporzioni, ha la volta decorata da stucchi dorati con una Gigantomachia tra Episodi dell’Eneide, alle pareti dipinti con Scene di mitologia greca. La raffigurazione delle Stagioni, delle Virtù e delle Opere del Duca, e delle Gesta degli Dei si colloca in tempestiva sintonia rispetto alla temperie del rococò europeo, costituendo un unicum decorativo di grande importanza per l’affermazione di tale linguaggio in area napoletana.


Ultimo aggiornamento effettuato il 06/02/2014

Condividi / Share

W3C Abilitazione Scientifica Nazionale Amministrazione Trasparente Codice Comportamento Dipendenti Pubblici Partecipa a TECO! Rete WI-FI e Servizio Proxy Posta Elettronica Certificata Albo ufficiale di Ateneo ECDL - Patente europea per il computer

ACCESSIBILITÀ | PRIVACY | NOTE LEGALI | DATI DI MONITORAGGIO | ELENCO SITI TEMATICI