Ricerca di interesse strategico

Immagine della pagina Ricerca di interesse strategico

Ricerca dipartimentale di interesse strategico

Inclusione e creatività: il ruolo della creatività linguistica, letteraria, teatrale nei processi di integrazione sociale

Il Dipartimento ha approvato unanime nell’adunanza del 21.11.2018 il programma di ricerca di interesse strategico,Inclusione e creatività: il ruolo della creatività linguistica, letteraria, teatrale nei processi di integrazione sociale che coinvolge tutti i settori scientifico-disciplinari del Dipartimento sul terreno comune della creatività nelle sue maggiori declinazioni espressive e sovra-areali come elemento cruciale per costruire e/o ripensare percorsi di integrazione, di appartenenza, di educazione e formazione civile secondo le linee di ricerca dell’Unione Europea.

Il Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati intende mettere a disposizione, in costante raccordo con le istituzioni pubbliche e della società civile, la sua competenza unica nelle lingue e nelle culture dell’intero continente europeo e di quello americano. Come sottolineato nel piano di sviluppo strategico della ricerca 2019-2021, questo programma riveste un forte valore identitario oltre che aggregativo perché mira a consolidare e promuovere la visione identitaria del Dipartimento valorizzando la ricchezza e l’interazione di tutte le sue specifiche competenze in area euro-americana sul terreno comune della creatività quale nucleo fecondo di integrazione sociale, di innovazione economica e di consapevolezza critica. 

Il programma di ricerca coinvolge le tre declinazioni sovra-areali del DSLLC (quella linguistico-filologica, quella letteraria e quella teatrale) ed è in linea con l’area strategica Turismo, patrimonio culturale e industria della creatività del PNR 2015-2020 e con il programma Horizon 2020 - Work Programme 2018-2020 Europe in a changing world – Inclusive, innovative and reflective societies.

Sul piano dei rapporti con il territorio e dell’innovazione didattica rappresenta un’occasione di coinvolgimento di tutta la comunità scientifica del Dipartimento a modulare percorsi multidisciplinari di maggiore integrazione progettuale tra didattica, ricerca e terza missione. 

La visione strategica del Dipartimento e la politica della qualità perseguita mirano a valorizzare e difesa del suo sapere umanistico e come capacità progettuale di inclusione e integrazione.

Per favorire le aggregazioni interdisciplinari e multidisciplinari il programma di ricerca è stato declinato nelle seguenti azioni:

1. Mappatura delle linee di aggregazione multidisciplinare a partire dalle ricerche ? già in corso o in programma da parte dei singoli docenti o gruppi di ricerca ? riconducibili ai temi della ricerca

2. Progettazione del Convegno internazionale Senza Barriere: Inclusione e Creatività (15 al 17 gennaio 2020)

3. Progetto ArchaeoTerm  in partnership con Terminology Without Borders un programma promosso dalla Terminology Coordination Unit (TermCoord) - European Parliament’s Directorate-General for Translation (DG TRAD)

4. Seminario interdisciplinare su Creatività e inclusione sociale a cura del prof. Augusto Guarino: il ciclo seminariale di sette incontri intende offrire agli studenti una presentazione di alcune delle esperienze di integrazione sociale attraverso delle pratiche creative, così come vengono studiate presso l’Orientale (nell’ambito del cinema albanese, del Teatro, della Lingua italiana, dell’Impresa artigianale, della lingua inglese, della letteratura infantile, della musica).