Norme Redazionali Annali di Archeologia e Storia Antica

Norme Redazionali

 

- Il testo del contributo deve essere redatto in caratteri Times New Roman 12 e inviato, assieme al relativo materiale iconografico, al Direttore e al Segretario della rivista.
Questi, di comune accordo con il Comitato di Redazione e il Comitato Scientifico, identificheranno due revisori anonimi, che avranno il compito di approvarne la pubblicazione, nonché di proporre eventuali suggerimenti o spunti critici.
- La parte testuale del contributo deve essere consegnata in quattro file distinti: 1) Testo vero e proprio; 2) Abbreviazioni bibliografiche, comprendenti lo scioglimento per esteso delle citazioni Autore Data, menzionate nel testo; 3) Didascalie delle figure; 4) Abstract in inglese (max. 2000 battute).
- Documentazione fotografica e grafica: la giustezza delle tavole della rivista è max. 17x23 cm; pertanto l’impaginato va organizzato con moduli che possano essere inseriti all’interno di questa “gabbia”. Le fotografie e i disegni devono essere acquisiti in origine ad alta risoluzione, non inferiore a 300 dpi.
- È responsabilità dell’Autore ottenere l’autorizzazione alla pubblicazione delle fotografie, delle piante e dell’apparato grafico in generale, e di coprire le eventuali spese per il loro acquisto dalle istituzioni di riferimento (musei, soprintendenze ecc.).
- L’Autore rinuncia ai diritti di autore per il proprio contributo a favore dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.
- Le abbreviazioni bibliografiche utilizzate sono quelle dell’American Journal of Archaeology, integrate da quelle dell’Année Philologique.
Degli autori si cita la sola iniziale puntata del nome proprio e il cognome, con la sola iniziale maiuscola; nel caso di più autori per un medesimo testo i loro nomi vanno separati mediante trattini. Nel caso del curatore di un’opera, al cognome seguirà: (a cura di). 

I titoli delle opere, delle riviste e degli atti dei convegni vanno in corsivo e sono compresi tra virgole. I titoli degli articoli vanno indicati tra virgolette singole; seguirà quindi una virgola e la locuzione “in”. Le voci di lessici, enciclopedie ecc. devono essere messi fra virgolette singole seguite da “s.v.”. Se, oltre al titolo del volume, segue l’indicazione Atti del Convegno/ Colloquio/Seminario …, Catalogo della Mostra …, questi devono essere messi fra virgolette singole.
Nel caso in cui un volume faccia parte di una collana, il titolo di quest’ultima va indicato in tondo compreso tra virgole.
Al titolo del volume segue una virgola e poi l’indicazione del luogo – in lingua originale – e dell’anno di edizione. Al titolo della rivista seguono il numero dell’annata – sempre in numeri arabi – e l’anno, separati da una virgola; nel caso che la rivista abbia più serie, questa indicazione va posta tra virgole dopo quella del numero dell’annata. Eventuali annotazioni sull’edizione o su traduzioni del testo vanno dopo tutta la citazione, tra parentesi tonde.
- Per ogni citazione bibliografica che compare nel testo, una o più volte, si utilizza un’abbreviazione all’interno dello stesso testo costituita dal cognome dell’autore seguito dalla data di edizione dell’opera (sistema Autore Data), salvo che per i testi altrimenti abbreviati, secondo l’uso corrente nella letteratura archeologica (ad es., per Pontecagnano: Pontecagnano II.1, Pontecagnano II.2 ecc.; per il Trendall: LCS, RVAP ecc.).
- Le parole straniere e quelle in lingue antiche traslitterate, salvo i nomi dei vasi, vanno in corsivo. I sostantivi in lingua inglese vanno citati con l’iniziale minuscola all’interno del testo e invece con quella maiuscola in bibliografia, mentre l’iniziale degli aggettivi è sempre minuscola.
- L’uso delle virgolette singole è riservato unicamente alle citazioni bibliografiche; per le citazioni da testi vanno adoperati i caporali; in tutti gli altri casi si utilizzano gli apici.
- Font greco: impiegare un font unicode.
Abbreviazioni
Altezza: h.; ad esempio: ad es.; bibliografia: bibl.; catalogo: cat.; centimetri: cm (senza punto); circa: ca.; citato: cit.; colonna/e: col./coll.; confronta: cfr.; et alii: et al.; diametro: diam.; fascicolo: fasc.; figura/e: fig./figg.; frammento/i: fr./frr.; grammi: gr.; inventario: inv.; larghezza: largh.; linea/e: l./ll.; lunghezza: lungh.; massimo/a: max.; metri: m (senza punto); millimetri: mm (senza punto); numero/i: n./nn.; pagina/e: p./pp.; professore/professoressa: prof./prof.ssa; ristampa: rist.; secolo: sec.; seguente/i: s./ss.; serie: S.; sotto voce/i: s.v./s.vv.; spessore: spess.; supplemento: suppl.; tavola/e: tav./tavv.; tomba: T.; traduzione italiana: trad. it.; vedi: v.
Non si abbreviano: idem, eadem, ibidem; in corso di stampa; infra; Nord, Sud, Est, Ovest (sempre in maiuscolo); nota/e; non vidi; supra.


Ultimo aggiornamento 27/01/2020