News e storie

News

Pubblicazione del volume "Jihadismo e carcere in Italia. Analisi, strategie e pratiche di  gestione tra sicurezza e diritti"

Pubblicato il 15/06/2021 scaduto
immagine per la news Pubblicazione del volume "Jihadismo e carcere in Italia. Analisi, strategie e pratiche di  gestione tra sicurezza e diritti"

Come nascono jihadismo e radicalismo? Perché il radicalismo islamico è un fenomeno meno rilevante in  Italia rispetto ad altri paesi europei e occidentali? E come mai sono stati meno frequenti, e meno rilevanti gli episodi di terrorismo islamico sul suolo italiano?  

E ancora: Quali strategie il sistema carcerario italiano sta sviluppando per individuare e contrastare i  fenomeni di radicalizzazione nelle carceri? Come accademia e amministrazioni dello Stato possono e devono  collaborare? A cosa può servire una nuova figura di mediatore culturale e come dovrebbe essere formato? Quale il ruolo delle associazioni musulmane nel contrasto alla radicalizzazione?  

Queste alcune delle domande a cui il volume Jihadismo e carcere in Italia. Analisi, strategie e pratiche di  gestione tra sicurezza e diritti cerca di rispondere attraverso i contributi dei massimi esperti italiani della materia e dei rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni islamiche. Il volume ha anche l’onore di  ospitare un saggio del noto sociologo e studioso del radicalismo islamico Farhad Khosrokhavar (École des  hautes études en sciences sociales, Parigi). 

Il volume è uno dei tanti esiti fecondi di un’avventura culturale iniziata nel 2017 allorquando il Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, dell’Università di Napoli L’Orientale, ha iniziato una collaborazione con il  Ministero della Giustizia e in particolare il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP),  nell’ambito del progetto TrainTraining (Transfer Radicalisation Approaches in Training) nel quadro del  programma Justice 2016-2020 dell’Unione Europea, finalizzato alla prevenzione della radicalizzazione di matrice jihadista nelle carceri italiane. 

Il volume raccoglie i contributi presentati al Convegno internazionale “Ri-Conoscere il radicalismo islamico in Italia: analisi, strategie e pratiche alternative” tenutosi all’Università di Napoli L’Orientale il 24 e 25 settembre 2019. Nel convegno emersero due principali linee di confronto: l’analisi dei fenomeni di radicalizzazione di matrice jihadista nelle carceri italiane da un lato e, dall’altro, la discussione sugli interventi possibili relativi a questioni ancora irrisolte come quella relativa alla figura del mediatore  culturale. 

Nella pubblicazione, queste linee di discussione hanno preso la forma di una trattazione scientifica puntuale, ma al contempo di facile accesso anche per i non addetti ai lavori.  

Il volume tiene insieme la complessità di una delle questioni più problematiche dell’Europa contemporanea, dando voce alla pluralità degli attori in campo con l’intento di intervenire nel dibattito pubblico per giungere a soluzioni condivise nel giusto equilibrio tra sicurezza e diritti. 

JIHADISMO E CARCERE IN ITALIA. ANALISI, STRATEGIE E PRATICHE DI GESTIONE TRA SICUREZZA E DIRITTI, a cura di Michele Bernardini, Ersilia Francesca, Sara Borrillo e Nicola Di Mauro, Roma, Istituto Per l’Oriente Carlo Alfonso Nallino, 2021, 261pp. ISBN 978-88-97622-71-0 ISSN2282-815X

Indice e info per l’acquisto.