Sostegno all’autoimprenditorialità

 Per i giovani dai 18 ai 29 anni, sono previsti servizi in grado di sostenere lo sviluppo e il perfezionamento delle attitudini imprenditoriali, per sostenere l'avvio di attività di lavoro autonomo o di impresa. L'accompagnamento dalla fase di start-up alla realizzazione dell'idea imprenditoriale, anche grazie agli incentivi per la creazione di impresa, è reso disponibile a livello nazionale e/o regionale.

Operatori qualificati dei Servizi per l'Impiego proporranno al laureato un percorso di formazione mirata e assistenza personalizzata nelle varie fasi di sviluppo del progetto imprenditoriale: percorsi di formazione specialistici fino alla stesura del business plan, supporto alla fase di startup, mediante l'accesso agli strumenti di credito, per le iniziative meritevoli.

Verrà proposto un percorso mirato caratterizzato da due fasi:

Fase 1: percorso mirato di formazione specialistica e di affiancamento consulenziale durante il quale il laureato verrà guidato nel passaggio dall’idea all’azione e nella creazione del business plan (il documento che sintetizza le caratteristiche del progetto imprenditoriale).
Fase 2: realizzazione del progetto grazie all’accesso a strumenti finanziari che facilitano l’accesso al credito o al Fondo SELFIEmployment con il supporto di un tutor per la gestione amministrativa, legale e finanziaria.

Gli attori che direttamente o indirettamente aiuteranno il laureato a realizzare la propria idea imprenditoriale sono:
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Sistema delle Camere di Commercio, Unioncamere, Invitalia, Servizi per l'autoimpiego e l'autoimpresa avviati presso i Servizi competenti al lavoro, Regioni ed Enti locali, con particolare riguardo per i SUAP (Sportelli Unici delle Attività Produttive) dei Comuni, Associazioni di categoria, Università, organismi non profit, AdEPP, Ente nazionale per il microcredito, ecc.


Ultimo aggiornamento 14/09/2016