RICONOSCERE IL RADICALISMO ISLAMICO IN ITALIA

Analisi, strategie e pratiche alternative

 

Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

24-25 Settembre 2019

 

24 settembre 2019

Palazzo Du Mesnil, Sala Conferenze, via Chiatamone 61/62 80121, Napoli

 

9.00-10.00

Saluti istituzionali

Elda Morlicchio, Rettrice dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Michele Bernardini, Direttore del Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo - Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

 

Firma dell’accordo quadro fra l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria

Elda Morlicchio, Rettrice dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Francesco Basentini, Capo del DAP, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria

 

 

10.00-13.30

Costruire una nuova figura di mediatore culturale in Italia: il ruolo delle istituzioni e della società civile

Chair: Paolo Di Giannantonio, giornalista RAI

I parte: 10.00-11.00

 

Le prospettive istituzionali:

Laura Marmorale, Assessora al Diritto alla cittadinanza e alla Coesione sociale, con delega all’Immigrazione, Comune di Napoli

Maria Luisa Palma, Direttrice Casa Circondariale “Giuseppe Salvia” Poggioreale (Napoli)

 

11.00-11.30: Pausa caffè

 

Chair: Paolo Di Giannantonio, giornalista RAI

II parte: 11.30-13.30

 

Le prospettive delle organizzazioni islamiche in Italia:

Massimo Abdallah Cozzolino, Confederazione Islamica Italiana (CII)

Yassine Lafram, Unione delle Comunità Islamiche d’Italia (UCOII)

Yahia Pallavicini, Comunità Religiosa Islamica Italiana (COREIS)

 

Le prospettive del terzo settore:

Giulio Riccio, Associazione LESS (Napoli)

Francesco Dandolo, Comunità di Sant’Egidio (Napoli)

 

Le prospettive degli esperti di mediazione:

Michele Bernardini, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Alberto Manco, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

M. Khalid Rhazzali, Università di Padova

Marco Capitani, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP)

 

 

 

13.30-14.30: Pausa pranzo

14.30-15.30

Detection, Monitoring and Prevention: il progetto Traintraining e l’Impatto del Syllabus “Conoscere l’Islam”

Chair: Daniela Pioppi - Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

 

Carla Ciavarella, Direttrice Ufficio V di Staff “Coordinamento dei Rapporti di Cooperazione istituzionale” (DAP): La metodologia sperimentata negli Istituti penitenziari per adulti e minori

Cira Stefanelli, Direttrice Ufficio III “Formazione Area penale esterna e Giustizia minorile”, Direzione Generale della Formazione (DAP): La metodologia sperimentata nell’area penale esterna per adulti e minori

Roberta Denaro e Nicola Di Mauro, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”: L’utilità del sillabo “Conoscere l’Islam per contrastare il radicalismo”

 

15.30-16.00: Pausa caffè

 

16.00-18.00

Gestione dei rischi della radicalizzazione

Chair: Riccardo Turrini Vita, Direttore Generale della Formazione (DAP)

 

Ernesto Savona, Università Cattolica del Sacro Cuore: Un approccio europeo al rischio di radicalizzazione in carcere

Paolo Scotto di Castelbianco, già Direttore della Scuola del Comparto Intelligence Nazionale; Università di Genova - International Master Degree (STRATEGOS): Strategie di lotta alla radicalizzazione

Augusto Zaccariello, Nucleo Investigativo Centrale (DAP): Gestione della lotta alla radicalizzazione

Nicola Russo, Scuola Superiore della Magistratura, L'attività di intelligence in ambito penitenziario quale strumento di prevenzione e contrasto alla radicalizzazione terroristica inframuraria

 

Cena

 

 

 

25 settembre 2019

Palazzo Corigliano, Sala Conferenze, P.zza San Domenico, Napoli

 

9.30-10.30

Chair: Roberto Tottoli, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Keynote speech

Claudio Lo Iacono, Istituto per l’Oriente “C.A. Nallino (Roma): La tolleranza nel pensiero e nella pratica islamica

 

10.30-11.00: Pausa caffè

 

 

11.00-12.30

Islam e radicalizzazione in Italia: Jihad e G2

Chair: Ersilia Francesca, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

 

Roberta Denaro, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”: Tratti di continuità e innovazioni dell'immaginario jihadista

Stefano Allievi, Università di Padova: Perché l’Italia era il target ideale del radicalismo islamico. E perché non lo è stata

Sara Borrillo, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”: Donne e Islam in Italia: percorsi e traiettorie di riforma

 

 

12.30-13.30

Chair: Jos De Vos, Institut De Formation Judiciaire (Bruxelles)

 

Keynote speech

Farhad Khosrokhavar, École des Hautes Études en Sciences Sociales (Parigi): The Jihadist Version of Islam as a Tiny Minority's View not Shared by the Overwhelming Majority

13.30-14.30: Pausa pranzo

 

 

 

14.30-16.30

Islam e radicalizzazione in Italia: biografie, diritti e islamofobia

Chair: Carla Ciavarella, Direttrice Ufficio V di Staff “Coordinamento dei Rapporti di Cooperazione istituzionale” (DAP)

Alessia Natale, Dipartimento della Giustizia minorile e di Comunità, Ufficio III del Capo Dipartimento - Ufficio Ispettivo: Estremismi violenti e fascinazione dei giovani. Possibili azioni dei servizi della giustizia minorile

Francesco Marone, Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e Università di Pavia: Biografie radicali in Italia

Nicola Di Mauro, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”: Organizzazioni islamiche in Italia tra sicurezza e diritti

Valeria Verdolini, Università di Milano – Bicocca / Antigone: Radicalizzazione e diritti dei detenuti

Carlo De Angelo, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”: Islamofobia e radicalizzazione

 

 

16.30-17.00

Dibattito e conclusioni


Ultimo aggiornamento 04/09/2019